Archivi tag: Grecia

Chiamata per i cittadini europei!

di Sergio Di Cori Modigliani

http://www.libero-pensiero.net/eric-toussaint-chiama-i-cittadini-europei-alla-mobilitazione-popolare/

Da Yannis Varoufakis a Giulio Sapelli, insorge il continente.

La Gran Bretagna è sgomenta nel leggere l’intervista a Varoufakis, in esclusiva, apparsa ieri mattina, sulla testata considerata il tempio del pensiero progressista europeo. Continua la lettura di Chiamata per i cittadini europei!

Varoufakis sul Guardian

l’articolo di Varoufakis, pubblicato sul Guardian, aveva anticipato di 24 ore  le mosse di Schauble. Stranamente profetico…

La Germania non risparmierà dolore greco – ha interesse a rompere con no

di Yanis Varoufakis

[Maurizio Acerbo ha  tradotto articolo di Varoufakis pubblicato ieri sul giornale inglese Guardian. Fotografa molto bene le difficoltà che sta affrontando Syriza e anticipava l’atteggiamento della Germania]

 

Continua la lettura di Varoufakis sul Guardian

Tsipras : Leonida o Ulisse?

Che sia uno che gioca per il suo popolo, al contrario dei nostri, è fuor di dubbio. Ma Tsipras è  anche un furbacchione. Sicuro. Ha vinto il referendum, chiede un prestito ulteriore, sa già che l’ottusità dell’Europa e l’astiosità (per presunta manifesta superiorità) dei crucchi Frau Merkel e Herr Schauble glielo negherà. Sarà la stessa Europa a cacciare così la Grecia dalla sua famiglia, mandandola in default e mettendola nelle mani dello Zar Putin e del Celeste Impero, che non vedono l’ora di avere una porta d’entrata spalancata in Occidente. tsipras+vince+-+bTsipras potrà sempre dire che lui non voleva uscire dall’Europa e turlipinerà gli altri facendogli credere di aver deciso loro. Insomma userà gli imbelli alla Renzi e gli ottusi alla Schulz e finanche quelli della razza superiore alla Merkel per raggiungere il suo scopo perseguito sin dall’inizio. E l’America cosa penserà di tutto questo?

di Antonio Mattera

5 Luglio 2015 : referendum contro l’oppressore

5 luglio 2015 : cinque anni dopo l’Islanda, un altro paese europeo, la Grecia, è chiamata, democraticamente, a fare la sua scelta: accettare l’ennesima farneticante e infamante richiesta della Troika (FMI, BCE, UE) che la vorrebbe viva in ginocchio ma in agonia, oppure opporsi nella speranza di morire in piedi come Leonida e i suoi 300 alle Termopili. Dalla Grecia nacque la la democrazia, dalla Grecia può rinascere la democrazia in un continente oramai schiavizzato da potentati economici dei quali la politica è diventata svergognata prostituta. In questa giornata, sia che vinca il “si” o il “no” in qualche modo si riscrive la storia di tutto un continente. E da domani nulla sarà piu’ come prima,nel bene e nel male.